Scegliere il proprio Master Reiki - Portale del Reiki + Tecniche Vibrazionali & Energetiche: Cristalli, Fengh Shui, Angeli, Sequenze Numeriche, Radionica, Radiestesia, Kinesiologia, Corsi di Primo Livello reiki, YUKIREI, REIKI SONORO, Corsi di Secondo Livello Reiki, corsi Master Reiki Usui - Corso diventa teacher Master Reiki Komyo DO

Corsi Reiki
L'inizio del tuo per-corso spirituale
Reiki è: Luce
Potenza
Amore
Energia
Vai ai contenuti

Menu principale:

Scegliere il proprio Master Reiki

Articoli Reiki Shiki Ryoho

Sapete qual'è la domanda più frequentemente posta al Master Cristian Sinisi, prima di frequentare un corso di Reiki?: "Come posso scegliere un buon maestro-Master  di Reiki"? "Sarà un buon docente"?

Premesso che in Italia le tecniche "Olistiche", Alternative, Complementari, Naturali non sono riconosciute come arti sanitarie, e quindi non sono regolamentate (fatto salvo quell'insufficiente e incompleto DL 4 del 2013,  che in un qualche modo riconosce le associazioni, ma ancora non le ritiene referenti affidabili al 100%), è evidente che il fruitore finale (cliente,consumatore, che in ambito di formazione e tecniche con valenza spirituale è un termine inadeguato, ma questo è il nome che dobbiamo utilizzare), incorre sicuramente in dubbi su quale master sia affidabile, quale abbia ragione. Tra le voci e le mistificazioni, si aggiungono costi differenti, iter diversi, proposte commerciali tra le più svariate e diversificate, infatti, vi sono master che effettuano il primo livello in una sola giornata, idem il secondo e spesso il terzo e il master, mentre altri, come la filosofia che io stesso sposo, utilizzano "percorsi" di 200 ore formative frontali e molte pratiche consigliate e spesso integrano le metodiche Reiki con altri percorsi e informazioni inerenti alle tecniche vibrazionali.
Chiarisco quindi il mio punto di vista.

Ritengo che ci siano alcune cose fondamenteali, da osservare e chiedere:
1) Le esperienze formative che ha vissuto il maestro;
2) L'umiltà del maestro;
3) Il flusso . . . dell'Universo;
4) Lo spinosa questione del prezzo.

Approfondimenti:

1) Le esperienze formative che ha vissuto il master Reiki
Stai per scegliere un Maestro, quando vuoi reperire infomazioni su ricette, a chi ti ribìvolgi? ad un meccanico?
Se devi fare un lavoro di ristrutturazione a casa tua chiedi un preventivo al panettiere?
OVVIAMENTE RISPONDERETE NOOOOO!!!

Bene, allo stesso modo se vuoi intraprendere un percorso cosa puoi osservare di un maestro?
Semplice, chi è, le sue esperienze formative, come vive, cosa fa . . . come lo fa . . . i risultati che ha . . .
Quindi informiamoci, possiamo leggere il curriculum del Master Reiki? Ha una buona trasparenza nelle sue comunicazioni?
Personalmente, ritengo che nel Supermarket della new age, occorre essere consapevoli delle differenze di qualità tra i tantissimi docenti sul mercato.
Nel "reparto corsi reiki" troviamo:

  • chi lo fa saltuariamente;

  • chi lo fa frequentemente;

  • chi lo fa quotidianamente;

Voi se doveste scegliere un pilota d'aereo, chi scegliereste?
Se doveste farvi operare qualwe chirurgo scegliereste? chi riterreste più affidabile?
Sceglieremmo tutti quello con più ore di volo, con più esperienza e pratica nelle sue mani, è ovvio!


Detto questo, nella scelta del Master Reiki, terremo in dovuta considerazione anche il fattore
Passione, a volte chi pratica con passione e presenza, riesce meglio di altri che praticano in modo meccanico, privi di emozioni e contenuti. Prima di scegliere un maestro potreste berci un succo, un the un caffè insieme? a pelle potrebbe già essere il miglior senso che dovreste usare.

2) L'umiltà
Il Master Reiki seriamente sul sentiero spirituale, è umile, è una persona modesta che non si ritiene migliore o più importante degli altri. Un buon Master Reiki medita, Prega (certo a suo modo), si aggiorna, non smette mai di apprendere. Quindi diffidate da quei master reiki che hanno un sistema piramidale, spesso torbido, non dichiarato e che mirano a creare dipendenza, sicuramente non è un buon Master reiki, non è un buon educatore-formatore.

Ora chiariamo anche alcune differenze semantiche, molto importanti:
Insegnante = figura professionale che trasmette informazioni e conoscenze, lavora in ambiti definiti "Formali", che significa ambienti formalizzati, come scuole, università ecc;
Formatore
 = è colui che forma e dà forma a qualcosa (o qualcuno). Nel linguaggio pedagogico e aziendale, il formatore è colui il quale prepara le persone a svolgere un'attività, una professione o ad iniziare un cambiamento personale. Simile al termine: "Educatore" =  colui che contribuisce alla crescita umana della persona. Lavora in ambiti definiti "InFormali" o "Aziendali".
Obiettivo di questa persona non è solo quello di trasferire informazioni e nozioni, ma di facilitare (aiutare), lo sviluppo di ABilità (dei saperi, saper fare), e Attitudini (saper essere) da spendere nel territorio, nel mercato.
Mentre le conoscenze possono essere “trasferite” è sufficiente che l’insegnante ripeta più volte le informazioni per far si che gli allievi apprendano, le Abilità e le attitudini non possono essere trasferite e devono essere SVILUPPATE dall’allievo stesso. Quindi un formatore è un facilitatore e un motivatore mira a rende semplice lo sviluppo delle competenze e motiva l’allievo a impegnarsi a migliorare le proprie performance.

3) Il Flusso dell'Universo. . .
Possiamo anche affidarci all'Universo, se abbiamo scelto di frequentare un corso di primo livello di Reiki Usui e ci capita tra le mani proprio il volantino di quel Master reiki, o ne vediamo il sito grazie ad una ricerca, un annuncio su facebook ecc ecc. potremmo chiamarle coincidenze che ci portano sul nostro sentiero (dharma). Ma, ogni evento è un esperienza (racchiude una lezione, un insegnamento), nè giusta nè sbagliata, semplicemente esperienza.

Come valutate quindi quella cosa?
Magari ciò che per voi è perfetto ora, a qualcun'altro sembra scadente o peggio ancora l'inferno. Vi sarà sicuramente capitato di valutare in modi differenti le cose, i cibi, le persone a seconda dei periodi (della vostra età). Bene, questo  cambiamento di parere\giudizio, può farvi comprendere meglio ciò che intendo quando dico che non serve valutare le cose perchè sono tutti giudizi impermanenti, tutto cambia, tutto si evolve...  resta flessibile come un bambù.
Quindi lasciatevi fluire alle cose, avete scelto un Maste Reiki Usui? Una materia? Una sede?
Bene sarà la giusta esperienza per voi in quel momento, poi, in un altro momento potrete fare nuove scelte se vorrete, se saranno adeguate in quei nuovi momenti.

4) Lo spinosa questione del prezzo per frequentare i livelli Reiki
Ohhhh eccoci ad un'altra questione molto sentita . . . il prezzo del Reiki.

Siccome siamo in Occidente, e non è possibile avere scambi se non attraverso i soldi, dobbiamo utilizzare questo mezzo di paragone . . . che per noi è l'euro (attualmente), ma cosa significa pagare il corso di Reiki?

Pagare un corso di Reiki significare dare un Valore
a questa azione, significa onorare il master Reiki, il percorso che ha fatto, i contenuti che ti propone, significa assumersi la responsabilità che il corso di Reiki non è solo essere passivamente da qualche parte, con le mani a distanza o appoggiate su di un'altra persona.

Dare un valore al Reiki, significa giustamente APPREZZARNE . . .  COMPRENDERNE . . . e DIVULGARNE I BENEFICI.

Ad esempio: quanto tempo, sudore ore lavorative ti è costata la macchina? quanto il viaggio delle scorse ferie? Insomma tutto ha un valore, riuscire ad apprezzare le cose ci permette di tenerle vicino a noi, curarle oppure di lasciarle andare.

VALUTATE BENE PRIMA DI SCEGLIERE IL VOSTRO CORSO DI REIKI . . .

COSA SI RICEVE durante un corso di Reiki della scuola CS?
Nei corsi Reiki i partecipanti ricevono svariati materiali didattici:
Dispensa Reiki,
Attestato Reiki,  
Mappe,
Mappe plastificate,
Plasticard,
File digitali,
Set di cristalli,
News  Periodiche,
Laboratori di scambio Reiki,
A volte visibilità su siti (ecc ecc).

Inoltre, nei corsi "Reiki CS", si riceve:

  • L'esperienza del proprio Master Reiki

  • L'impegno e la ricerca che ha fatto il Master Reiki, e questo credo non abbia prezzo (ritornate al punto 1 del Curriculum del vostro master reiki)

  • Il tempo dedicato all'insegnamento dal vostro Master Reiki;

  • Le pulizie, gli arredi, l'accoglienza in una sede che ha i propri costi fissi;


Non siamo in oriente dove vi sono culture differenti e si può vivere di contributi volontari, pertanto trovo ipocrita, chi dice che queste pratiche perchè spirituali non debbano essere fatte pagare, in dodici anni da Master Reiki, io ne ho sentite tante, SPESSO ALCUNI DISPREZZANO I MASTER CHE FANNO PAGARE MIGLIAIA DI EURO IL MAESTRATO,
e potremmo anche trovarci daccordo, ma non vi deve esser giudizio, son liberi di farlo. . . Ognuno ha il proprio sentire a riguardo . . . se hanno allievi vuol dire che a qualcuno serve anche questo, siamo nel flusso dell'Universo.

Ognuno crea la propria realtà.

Mentre non sono personalmente, daccordo con chi  non si fa pagare . . .


Ogni lavoro viene pagato, e la moneta di scambio nella nostra cultura è il soldo, quindi anche nel caso dei corsi Reiki, utilizziamo la moneta di scambio, con quella onoreremo il tempo e la professionalità di chi insegna Reiki in modo Professionale, (a volte sono aperto anche a scambio merce... informarsi)
Il karma agirà con i propri tempi . . . non preoccupatevi che tutto torna.

QUANDO L'ALLIEVO è PRONTO, IL MAESTRO APPARE. . .


Materiale del 2 volte Master Reiki Usui - Teacher Komyo Reiki Do - Master Karuna©
 Cristian Sinisi - vietata ogni riproduzione di testi e/o immagini, senza autorizzazione scritta dell'autore.
Sito realizzato da C.S.E. s.a.s.
Torna ai contenuti | Torna al menu